Support

Lorem ipsum dolor sit amet:

24h / 365days

We offer support for our customers

Mon - Fri 8:00am - 5:00pm (GMT +1)

Get in touch

Cybersteel Inc.
376-293 City Road, Suite 600
San Francisco, CA 94102

Have any questions?
+44 1234 567 890

Drop us a line
info@yourdomain.com

About us

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit.

Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec.

Have any Questions? +01 123 444 555
IT

Diverse strategie per l'invecchiamento delle batterie

Come invecchia la tua batteria e cosa puoi fare per rallentare il processo

Patrick Schabus

Prima di iniziare
Sai cosa significano i valori di energia "lorda" e "netta" di una batteria per auto elettrica? Conosci il buffer pieno e vuoto? Leggi qui il testo su questo argomento.
Se hai già familiarità con l'energia utilizzabile e installata (ostruita, fisica), continua a leggere. Il nostro collega Patrick Schabus scrive su due possibili modi di invecchiamento della batteria di un'auto elettrica e dà consigli su come sintonizzare il trattamento a seconda dell'auto, in relazione al modo in cui la batteria invecchia.
Il grado di controllo ma anche la responsabilità determinano le strategie
Ci sono due approcci strategici alla produzione di una batteria per veicoli elettrici. La differenza principale è quanto si può scaricare la batteria, cioè quanto è limitato il campo di utilizzo dell'energia. Tuttavia, dietro questa classificazione apparentemente semplice si nasconde una questione complessa di scegliere l'auto elettrica giusta per voi. Se ne hai già uno, puoi adattare la strategia alla tua auto per rallentare il processo di invecchiamento.
Strategia 1 - Utilizzare la riserva di emergenza
Questo metodo limita la gamma utilizzabile tra il 100-0% di indicazione del livello di carica più di quanto sia tecnicamente necessario. Questo significa che una certa quantità di energia è "bloccata" nella riserva di emergenza. Il conducente ha quindi meno margine di manovra, poiché la batteria è predefinita per proteggersi. Questo si traduce in una gamma più bassa quando è nuovo di quanto sarebbe possibile, ma rimane costante per molti anni. Se le celle iniziano a invecchiare, l'energia viene rilasciata dalla riserva di emergenza sovradimensionata per mantenere l'energia costante tra il 100-0% di indicazione del livello di carica. L'autonomia inizia a diminuire solo quando si raggiunge la riserva minima di emergenza.
Mentre questo pacchetto spensierato permette di avere meno margine, fornisce anche una sicurezza supplementare perché una tale batteria è automaticamente protetta. Inoltre, la gestione adeguata di una tale batteria richiede una conoscenza poco approfondita.
Strategia 2 - Limitazione della portata
Con il secondo metodo, la massima portata tecnicamente possibile è a disposizione dell'utente tra l'indicazione del livello di carica 100-0%. Tuttavia, qualsiasi invecchiamento delle cellule riduce anche la gamma, poiché non c'è energia per compensare. Di conseguenza, l'invecchiamento può diventare evidente dopo solo un anno o un trattamento improprio.
Se possiedi una batteria di questo tipo, è importante sapere che la batteria deve essere maneggiata con particolare cura.
La vostra batteria vi ringrazierà se vi comportate in modo responsabile, la caricate e la scaricate correttamente (nessuna scarica profonda, preferibilmente tra 80-20 liben), avete una buona conoscenza e la usate regolarmente.
Come viene determinato il tipo di batteria?
Non è possibile determinare dal modello di auto quale strategia è stata implementata nella fabbricazione della vostra batteria. Ma diciamo approssimativamente che la prima strategia è stata seguita da BMW, Kia, Hyundai, Audi, ecc., mentre Tesla, Nissan, Renault, ecc. preferiscono la seconda strategia. Tuttavia, ripeto, questo non è un modo affidabile per determinare il tipo di batteria. Puoi ottenere informazioni molto più affidabili dalla scheda tecnica stessa, che hai ricevuto con l'auto. Lì troverete i valori lordi e netti della vostra batteria. Se la differenza tra lordo e netto è maggiore (più del 10%), il produttore usa la prima strategia. E logicamente, se questo valore è inferiore (di solito circa il 5%), si usa la seconda strategia. Per esempio: Audi e-Tron 95 kWh lordi e 83,6 kWh netti (strategia 1), ma BMW i4 83,7 kWh lordi e 80,9 kWh netti (strategia 2).
Suggerimento: leggere sempre le informazioni dei produttori! Tuttavia, può anche succedere che la strategia di utilizzo della batteria cambi improvvisamente durante un nuovo aggiornamento software del produttore.
Pratica: Quando si acquista un'auto, è sempre bene avere queste informazioni in modo da poter trovare il tipo di batteria adatto alle proprie esigenze. Personalmente, sceglierei sempre la strategia 2, in quanto si può utilizzare tutta l'energia della batteria, il che permette una maggiore libertà nei viaggi più lunghi (ad esempio in vacanza). Chi usa l'auto elettrica come seconda auto di solito sceglie la strategia 2.

tips & tricks

2022-04-23 10:37

Sì? No? Se sì, quando?

 

Blog

2022-04-23 10:37

Le auto elettriche usate devono essere completamente ri

classificate.

Vlog

2022-04-22 10:37

Quello che dovete sapere sull'invecchiamento della batteria di un'auto elettrica o ibrida...

Torna indietro

You are using an outdated browser. The website may not be displayed correctly. Close